Giochi d’azzardo sui social network

Dentro di ognuno di noi esiste un “piccolo angolo” dove “ci si vuole divertire”: semplicemente divertire. Ecco, perchè, sui social troviamo giochi come Farmville, Crush ed altri che pur proponendo un tipo di attività differente rispetto ai giochi tradizionali, sono “ricercati” e vissuti da tanti “visitatori”. La loro estrema semplicità, la raffinatezza del design, i vari livelli di gioco e la “possibilità” di accontentare gusti differenti sono elementi essenziali a spiegarne il successo. Sono prodotti che sono stati inseriti apposta per accattivare l’attenzione degli utenti, per sottoporsi come passatempo e divertimento semplice e rapido, ma pure soddisfacente. Sembrano “giochini semplici” alla presentazione, ma in realtà sono iniziative commerciali molto sottili e raffinate.

Il modello di questi giochi, sui social, prevede comunemente una base di partenza gratuita a cui poi si aggiunge la possibilità di acquistare (con transazioni di “danaro reale”) nuovi contenuti: quindi davvero una formula di successo estremamente interessante che “sfrutta” la voglia di avanzare nel gioco e anche la possibilità quindi di “azzardare”… Speriamo solo che, anche qui, non si “confonda” il gioco-divertimento con il gioco-azzardo patologico… In più con i “giochini social” si può giocare dove e quando si vuole ed in qualsiasi momento. Gli “amici” connessi come noi possono scambiarsi esperienze di gioco e risultati e, certamente, la creazione delle varie app e l’offerta dei vari giochi costantemente innovata non può fare altro che incentivare l’attenzione degli utenti e stimolare la loro curiosità per “provare le varie novità”.